Agopuntura nel Mondo, Progetto Nepal

Agopuntura nel mondo

Pubblichiamo con piacere un articolo relativo al Progetto Nepal, organizzato dall’Associazione “Agopuntura nel Mondo”.

AGOM – Agopuntura nel Mondo, Progetto Nepal

marzo-aprile 2016

Paola Poli, Presidente AGOM – Agopuntura nel Mondo
Carlo Moiraghi, Presidente ALMA

Il progetto di AGOM qui in Nepal a sostegno dei terremotati continua. Siamo al terzo viaggio. Atterrare e ritrovarsi a casa coincidono. Il tempo pare essersi fermato, nulla è stato fatto per ricostruire, il governo ad oggi ancora non rilascia i permessi necessari all’avvio dei lavori. La gente si organizza come può, le macerie sono fonte di lievi e continue folate di polvere, senza mascherina tossisci.
La realtà politica è molto in difficoltà, le ultime elezioni hanno visto la crisi degli induisti e l’India ha risposto tagliando le esportazioni in Nepal di beni di prima necessità, gas, benzina, medicinali e altro ancora. Si cucina nei campi o sui marciapiedi, la vita continua. Il quotidiano scorre tranquillo.
Come sempre lavoriamo all’Health Post di Lalitpur, il dott. Kesab Khadka che attualmente lo dirige, ci ha riattivato la tenda da campo con cinque lettini.
L’agopuntura è molto apprezzata da questa gente semplice abituata alle cure sciamane, l’ago per loro scaccia la malattia, per cui chiedono con insistenza di essere punti proprio dove hanno dolore, i famosi punti Ashi. Sono molto meno propensi al trattamento dei punti di agopuntura distanti dalla sede del dolore, anzi talvolta disapprovano con decisione i punti di comando. Anche le coppette e la moxa rientrano nel loro scenario curativo sciamano, Il problema non è come in altri luoghi disagiati riuscire a trattare le persone con agopuntura, anzi è quasi l’opposto, trattare i malati senza mettergli tutti gli aghi locali che insiste a chiedere. Insomma sovente ci si scontra con la loro cultura curandera.
Le persone hanno dolori causati dal duro lavoro e peggiorati dall’aggressione del vento freddo dell’inverno. Molti non hanno un riparo sicuro.
Alle visite mediche le lingue sono pallide e gonfie, improntate ai lati, con induito bianco e punta arrossata. I polsi tanto piccoli da essere appena percettibili, oppure tesi e duri come rare volte in Italia capita di sentire. Dal terremoto ad oggi è stato un periodo duro e ancora lo è.
Trattiamo soprattutto lombalgie, dorsalgie, gonalgie, dolori a tutte le articolazioni, crampi muscolari, tossi e febbri ma anche cefalee, vertigini, ipertensione arteriosa, diabete.
Regnano i ristagni con formazione di catarri e mucosità, gli edemi declivi conseguenti a importanti carenze del soffio congenito e soprattutto dell’acquisito. Come sempre le donne tacciono i disturbi del ciclo mestruale, tabù e momento di disonore.
Nelle ricette di agopuntura raramente mancano punti del Canale Principale della Milza, del Rene, della Vescica Biliare e dello Stomaco. Spesso trattiamo i vasi embrionari.
Bimbla ci aiuta con le traduzioni, si dedica a noi tutto il giorno.
Nonostante questo iniziamo a cavarcela piuttosto bene anche da soli, il nostro nepalese migliora e gli scambi con i malati sono fonte di momenti di allegria. Piace molto che i dottori italiani tentino di imparare il nepalese. Ridiamo insieme.
In media trattiamo circa 40 – 45 malati al giorno, alle 10 del mattino c’è già una lunga coda per la prenotazione dell’ “Acupuncture Service”, e non pochi malati vengono con la prescrizione del medico locale di tre trattamenti di agopuntura, e i tre trattamenti facilmente diventano cinque e anche di più.

NOTA CONCLUSIVA

È possibile partire con AGOM per portare avanti il progetto Nepal, medici agopuntori interessati sono pregati di contattarci.
I viaggi di volontariato in Nepal sono ora aperti anche ad allievi dell’ultimo anno delle scuole di agopuntura FISA che siano accompagnati da un docente della scuola. AGOM nel 2016 è disposta a sovvenzionare un biglietto aereo per un periodo di volontariato medico con agopuntura di minimo due settimane, a Kathmandu, chi è interessato può dunque farne domanda via email allegando CV.
Per conoscere tutti i progetti AGOM visitare il sito www.agopunturanelmondo.com

Contatti
E-mail: agopunturanelmondo @ gmail.com
Telefono: 335-6626465


Lascia un commento

Non hai indicato il tuo nome Non hai indicato la tua e-mail Non hai inserito un commento